fork27 baked4 bars11 crowd

/

Benvenuta Justine!

La Squali Trek 2021 non smette di sorprendere. Un’altra straordinaria presenza femminile andrà ad arricchire il nostro team domenica 16 maggio 2021. Ambassador Trek, showgirl, attrice, conduttrice televisiva dall’inconfondibile accento statunitense, Justine ci ha raccontato quali sono stati i suoi esordi come bike addicted e lo ha fatto con l’entusiasmo e la vivacità che la rendono unica. Scopriamo insieme cosa ci ha rivelato....



La passione per la bici: come e quando è nata?
“E’ stato mio marito a trasmettermi questa passione. Da amatore partecipava a parecchie granfondo, si andava insieme a vedere il Giro d’Italia e le emozioni erano sempre molto forti. Con il tempo ho fatto mia questa passione, prima seguendo i miei figli, il maschietto è negli esordienti, la femminuccia è nella categoria G6. A conti fatti sono stata l’ultima della famiglia a mettermi in sella, prima accettando coraggiosamente di partecipare ad una gara di Triathlon a Peschiera del Garda, dove ho avuto circa due mesi per prepararmi, poi misurandomi in altre gare, i primi podi, le prime grandi soddisfazioni che solo la bici sa regalarti se ci credi fino in fondo. Ho condotto trasmissioni alla scoperta dei territori in bicicletta per conto di Bike Channel in USA, sono diventata testimonial per Mediolanum e influencer sì, ma di quelli che la gara se la fanno tutta. Non mi tiro mai indietro, voglio vivere al 100% le granfondo dove sono invitata, mi piace impegnarmi e, siccome sono estremamente competitiva, voglio misurarmi con i più bravi.

Cosa ti aspetti dalla Granfondo Squali Trek?
“Innanzitutto intendo pedalare, speriamo, con una favolosa Emonda Trek, vivendo in prima persona tutto il percorso, così potrò esplorare due territori strepitosi. Poi la Squali Trek sarà una bellissima occasione per incontrare Sandra Lovisco, Francesca Giani e Letizia Paternoster, e insieme a loro trascorrere una domenica davvero speciale di sport e di condivisione.”

Quali sono le tue valutazioni sul movimento amatoriale femminile?
“Il movimento amatoriale femminile è in forte ascesa. Io come ciclista e come mamma di due giovani promesse, spero che con il tempo ci siamo maggiori segnali di pari opportunità anche in ambito sportivo. Intanto mi fa solo che un grande piacere vedere sempre più donne in sella. Io penso di essere un buon esempio, ho iniziato da “grande” ma con tanta grinta e determinazione, ho avuto le mie soddisfazioni e quando pedalo mi sento libera e capace di affrontare qualsiasi difficoltà. Quindi ragazze, iniziate ad andare in bici, sarà una scoperta straordinaria!

Qual è il tuo augurio a tutti gli appassionati, come te, dello sport e della bici?
“La bicicletta ti insegna molte cose sulla vita. I risultati si ottengono con tanta pazienza, rispetto delle regole e impegno costante. Questo discorso vale ora più che mai. Se ci impegniamo tutti insieme, finalmente si supererà una volta per tutte questa terribile prova e si tornerà alle nostre vite e alle nostre amate gare. Ci vediamo alla Squali Trek, il 16 maggio, vi aspetto!”